Adempimenti Dopo Aver Venduto Casa

Adempimenti Dopo Aver Venduto Casa.

Sai esattamente cosa fare dopo aver venduto la tua casa? Devo comunicare la vendita dell’immobile al Comune? Quali sono gli obblighi del venditore?

Una volta ceduto un immobile, il venditore è chiamato a rispettare una serie di adempimenti. Ecco un’illustrazione dettagliata delle varie formalità che vanno effettuate. Ti presento una guida dettagliata delle procedure da fare dopo che hai venduto casa.

Per iniziare, c’è la comunicazione di cessione di fabbricato

Nonostante attualmente non sia più obbligatoria per la vendita di un immobile, rimane un dovere fondamentale in caso di altri titoli di godimento o nel contesto della vendita o affitto a cittadini non appartenenti all’Unione Europea. Questa comunicazione deve includere dettagli specifici come la localizzazione precisa dell’immobile, le generalità del venditore e dell’acquirente o della persona incaricata dell’immobile, nonché i dettagli del documento d’identità del compratore che il venditore deve ottenere.

Questo modulo può essere scaricato dal sito dell’Agenzia delle Entrate e deve essere presentato entro 48 ore dalla cessione ufficiale del fabbricato alla Questura, alla Polizia di Stato, o presso uno sportello amico. Può anche essere inviato per raccomandata con ricevuta di ritorno.

Se non si comunica la vendita di un immobile nelle circostanze specifiche e nei tempi stabiliti, si incorre nelle penalità stabilite dalla legge del 1978. È importante notare che non sono previste proroghe in caso di giorni festivi. Queste penalità possono variare da un minimo di 103,00€ a un massimo di 1.549€. Il trasgressore ha 60 giorni per effettuare un pagamento ridotto di 206€ al tesoro del comune, dopo aver ricevuto la notifica. Se questa opzione non viene utilizzata, le autorità competenti (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale) possono emettere un atto di accertamento con la relativa multa, che sarà calcolata in base al ritardo.

Il secondo adempimento è la denuncia o la comunicazione dell’IMU

Il venditore, oltre a pagare l’imposta, è tenuto a informare il Comune della vendita dell’immobile in determinate situazioni, come quando ci sono cambiamenti nella situazione immobiliare (acquisto, vendita, eredità, donazione, cambio di residenza), se l’atto notarile non è transitato attraverso il M.U.I. (Modello Unico Informatico).

Altre situazioni includono quando l’immobile gode di una riduzione d’imposta, è di proprietà di un’azienda e serve come strumento per la loro attività, o in vari casi specifici riguardanti il domicilio dei coniugi o dei cittadini italiani residenti all’estero. Questa comunicazione è anche necessaria per gli immobili locati, per l’acquisto di terreni edificabili e per gli immobili destinati dalle imprese di costruzione alla vendita.

Il terzo aspetto riguarda la tassa di smaltimento dei rifiuti urbani

Il venditore deve comunicare al Comune in cui si trova l’immobile venduto, la cessione di proprietà per finalità legate alla tassa di smaltimento dei rifiuti urbani.

Informare l’amministratore del condominio

Inoltre, se l’immobile venduto fa parte di un condominio, il venditore deve informare l’amministratore del condominio del cambiamento di proprietà e fornire le generalità dell’acquirente.

Chi vende un immobile in condominio, dunque, deve ricordarsi di chiedere al notaio una ricevuta di avvenuta stipula e di trasmetterla appena possibile all’amministratore del condominio, facendosi rilasciare una ricevuta, che deve essere conservata come prova dell’adempimento dell’obbligo previsto dalla legge

Le Utenze

Infine, ci sono i contratti di utenza da considerare. Una volta che l’immobile ha un nuovo proprietario, i contratti per le utenze (come gas, luce, acqua e telefono) devono essere chiusi o subentrati. Questo può essere fatto in accordo con il nuovo acquirente, facendo richiesta agli enti fornitori per la voltura dei contratti al nuovo proprietario.

Le Assicurazioni

Se possiedi un’assicurazione privata sulla proprietà, ricordare di informare la tua compagnia assicurativa e l’acquirente. L’acquirente, a sua volta, avrà un termine di 10 giorni per rescindere la polizza.

Tuttavia, prima di concludere, vorrei dirti di non sottovalutare altri adempimenti fondamentali per facilitare la tua transizione.

Inizia informando i tuoi luoghi di lavoro, le tue banche, l’INPS, così come tutti i servizi di abbonamento che ricevi direttamente a casa, del tuo cambiamento di residenza. È importante inoltre aggiornare gli indirizzi di consegna per i tuoi acquisti online per evitare inconvenienti.

Infine, ti consigliamo di sfruttare il servizio ‘Seguimi’ offerto da Poste Italiane. Questo servizio agevolerà enormemente il tuo trasloco, poiché ti permette di trasferire tutte le tue comunicazioni dal vecchio indirizzo a quello nuovo, indipendentemente dal luogo in cui ti stai trasferendo.

Adempimenti Dopo Aver Venduto Casa.

Se invece hai acquistato casa, ti servirà la guida agli adempimento post-acquisto

20 Maggio 2023

Decidi di vendere casa tua ora!

Fai il primo passo verso un cambiamento importante.

Conoscendo il valore della tua casa avrai più controllo e possibilità di ottenere il risultato che cerchi.

Valuta casa tua! Vendi casa con noi!

Valuta casa tua

    Valuta il mio immobile

      Iscriviti alla nostra newsletter

      Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato su tutte le novità in casa immobiliare. Potrai essere il primo a conoscere le nostre offerte speciali, le ultime tendenze del settore, gli aggiornamenti sulle leggi di mercato e molto altro. Facci sapere se c'è un argomento che desideri approffondire. Ti auguriamo una buona lettura.

      ×

       

      Ciao

      Come possiamo aiutarti? Inizia a chattare su WhatsApp

      ×